il territorio

Home / Il territorio

Patrocinato dal
La Formazione - ESTE TI CULLA
PROGETTO: “GENITORI INSIEME”

COL PATROCINIO DEL COMUNE DI ESTE - Inizio Aprile - SCARICA PDF

UN PERCORSO DI SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA’ RIVOLTO AI NEO GENITORI CON BIMBI DAI 3 AI 12 MESI

PREMESSA

L’educazione familiare e  considerata, da tempo, un elemento importante ai fini di una crescita equilibrata dei figli, sia piccoli che adolescenti. Molti studi, infatti, avvalorano che una maggiore consapevolezza dei genitori riguardo al carattere educativo del loro ruolo e correlata ad un  positivo  sviluppo  della crescita complessiva dei loro figli. Il bisogno di “educazione” da parte dei genitori e, d’altra parte, reso evidente dal desiderio che essi esprimono esplicitamente di informarsi sullo sviluppo dei figli e sul ruolo educativo che sono chiamati a svolgere. I giovani genitori di oggi, infatti, vivono spesso la nascita del primo figlio con grande “ansia”, frutto delle aumentate  consapevolezze riguardo alle responsabilita connesse con il divenire genitore. “La nascita di un figlio – e in particolare del primo – costituisce, in effetti, un evento ristrutturante la vita della coppia e della piu ampia costellazione familiare. La prima deve, infatti, attrezzarsi, anche “mentalmente”, per aprire la diade al nuovo venuto, individuando elementi condivisi di gestione della genitorialita; allo stesso modo i membri delle famiglie di origine dei nuovi genitori assumono i nuovi ruoli di nonni, zii ecc., con la definizione di nuovi atteggiamenti che influiscono sia sui genitori che sul bambino”. (Malagoli Togliatti, Zavattini). Il desiderio di diventare genitore e a volte  legato al disagio psicologico che deriva dal timore di non essere capace di assolvere convenientemente tale impegno e proprio per questo aumentano  le richieste di  essere “supportato”. Gli interventi di educazione familiare appaiono quindi particolarmente appropriati per  dare queste “risposte” proprio perche agiscono sulle diverse dimensioni delle personalita dei genitori, visto che tendono a coinvolgerli sul piano emotivo, facendo loro vivere esperienze nuove, sul piano motivazionale rendendo piu forte la consapevolezza delle potenzialita del ruolo educativo  ed  anche  sul piano cognitivo grazie alla trasmissione e aumento di conoscenze. Inoltre, gli interventi di educazione familiare oltre a porre l’attenzione sulla realta delle famiglie, considerate giustamente come “risorsa”, ma a cui si devono anche riservare specifici interventi di sostegno,  rivestono anche una connotazione sociale importante in quanto i cambiamenti che avvengono a livello individuale nei singoli genitori riguardo al carattere educativo del loro ruolo arricchiscono, in senso lato, la qualita delle relazioni all’interno di una comunita. Il progetto “Genitori Insieme”   proposto dalla Cooperativa Sociale “il Cammello”, e finalizzato a consolidare le competenze educative dei genitori e favorire il benessere e un armonico sviluppo dei loro figli a partire dalla primissima infanzia; ha come obiettivi:

  • Permettere di scoprire, utilizzare e migliorare le competenze educative di ogni famiglia/genitore;
    Sostenere la relazione precoce genitori-figli;
    Sviluppare un ascolto piu attento e rispettoso delle bambine, dei bambini ma anche di se stessi e di altri adulti;
    Attivare un processo di ricerca e di autoeducazione nei genitori coinvolti;
    Attivare un percorso per superare l’isolamento delle famiglie contemporanee.

MODALITA’

Il progetto prevede un ciclo di cinque incontri di formazione condotti in maniera interattiva ed intervallati da momenti teorici ed esperienziali di due ore ciascuno a cui possono partecipare un minimo di 8 genitori ed un massimo di 15. La conduzione e coordinata da un project leader  pedagogista responsabile che, assieme ad altre figure educative e sanitarie (educatori, ostetrica, assistente sanitaria), e anche conduttore e relatore del gruppo di genitori. n contemporanea alla proposta formativa, si propone la partecipazione dei genitori con i bambini. Per questo,  parte integrante del ciclo di incontri e la creazione di uno “spazio” per i bambini condotto da due educatori che, svolgendo la funzione di animatori, cureranno l’accoglienza e la separazione dei bambini dai genitori organizzando  l’ accudimento e proposte di gioco / animazione. In questo modo i genitori potranno giovarsi della presenza dell’educatrice che, essendo dedicata ai figli permettera loro una partecipazione piu serena e proficua. Questa proposta aggiuntiva ha un valore “funzionale” (facilitare la partecipazione dei genitori al progetto)  ma anche formativo in quanto la presenza contemporanea di bambini e genitori aprira una nuova dimensione di vissuto del servizio che diventa cosi luogo delle famiglie e spazio di incontro. L’itinerario puo essere svolto complessivamente durante tutto l’anno, a cicli,  onde permettere la partecipazione dei neo genitori nel momento piu opportuno per loro. Alla fine degli incontri verra consegnato un questionario per la valutazione del processo e di gradimento del ciclo formativo svolto.

Struttura degli incontri

Ogni incontro si apre con l’introduzione del conduttore che propone spiegazioni e “nodi” teorico-pratici del tema/contenuto dell’incontro e procede con una proposta di lavoro  che prevede sempre un momento di attivazione e riflessione personale/di coppia seguito  da un secondo momento di gruppo e di scambio  con il conduttore. Particolare cura sara posta nell’utilizzo di linguaggi analogici e tecniche attive (giochi di conoscenza, di fiducia, role-playing, fantasie guidate ecc. simulazioni e dimostrazioni pratiche) per facilitare l’ascoltarsi/ascoltare, attivare la capacita di analisi, aumentare la consapevolezza – con l’auto-esplorazione di se – esplorare l’altro/gli altri (con lo scambio di esperienze e di suggerimenti). L’equipe e composta dalle seguenti figure professionali:

  • Pedagogista
  • Educatore
  • Ostetrica/assistente sanitaria
Programma:
  • 1°incontro- Il dialogo in famiglia: comprendere i sentimenti e i bisogni di grandi e piccini
  • 2° incontro - Il con-tatto con il nostro bambino: prendersi cura e trasmettere amore 
  • 3° incontro- Il pianto del bambino: accogliere per capire
  • 4° incontro- Il gioco : una occasione per imparare e stare insieme divertendosi
  • 5° incontro- Il Cibo: dall’allattamento alla educazione al gusto.